Hai bisogno di supporto?

I contratti futures sono strumenti finanziari che hanno una data di scadenza prefissata. Quando un contratto futures si avvicina alla sua scadenza programmata, le posizioni aperte devono essere “rollate” al contratto successivo. Questo processo di rollover può creare dei gap di prezzo tra i contratti scaduti e quelli nuovi. I grafici a contratti continui (continuous futures charts) sono un modo per visualizzare la storia dei prezzi di un future concatenando i dati dei vari contratti mensili. In questo articolo vedremo nel dettaglio cos’è il rollover, quali tipologie di chart continue esistono ed i relativii pro e contro del loro utilizzo.


Cos’è il Rollover?

Il rollover dei futures è il processo di chiusura del contratto in scadenza e di apertura del contratto successivo. Ciò accade perché i futures hanno date di scadenza fisse, oltre le quali non è più possibile scambiare quel contratto. Per non disturbare i trader durante le ore di mercato, il rollover del contratto viene tipicamente applicato nel weekend.

Accade frequentemente che il prezzo del contratto del mese successivo sia diverso da quello del mese corrente. Questa differenza di prezzo crea un “gap” quando si passa da un contratto all’altro, osservabile in maniera evidente sulle chart continue non backadjusted. 


Grafici a contratti continui (Continuous Futures Charts)

I grafici a contratti continui sono un modo per unire i dati storici dei prezzi di singoli contratti mensili in un’unica serie continua. Ciò consente ai trader futures di effettuare analisi HTF senza rifarsi agli indici da cui essi sono derivati. 

Ci sono due approcci principali ai grafici continui:

  • Metodo backadjusted: i dati storici vengono shiftati verso l’alto o verso il basso per allinearsi al prezzo del nuovo contratto; 
  • Metodo non-adjusted: i gap di prezzo tra i contratti vengono lasciati sul grafico.

La maggior parte delle piattaforme di charting permette di scegliere tra grafici back-adjusted e non-adjusted. Ad esempio TradingView offre entrambe le opzioni per visualizzare i grafici dei futures, così come Sierra Charts. 

I grafici backadjusted rendono la price action più pulita da vedere, facilitando l’individuazione di eventuali trend e pattern, tuttavia modifica l’analisi dei vecchi volumi in modo considerevole, creando degli accumuli volumetrici a dei prezzi effettivamente non coerenti con quanto accaduto in passato. Quindi qual è l’impostazione giusta da usare? 

Vediamo assieme i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le tecniche. 

Vantaggi dei grafici backadjusted

– Forniscono una visione di lungo periodo della storia dei prezzi di un mercato, a differenza della storia limitata di un singolo contratto;

– I contratti backadjusted forniscono una price action più uniforme e facile da analizzare, eliminando i gap del rollover; 

– Permettono di usare indicatori tecnici che hanno bisogno di un ampio storico dei prezzi; 

Svantaggi dei grafici backadjusted

– I prezzi backadjusted non sono i prezzi reali a cui i contratti passati sono stati scambiati, modificando anche lo shape dei profili compositi; 

– I segnali degli indicatori e i livelli di supporto/resistenza possono essere fuorvianti a causa degli aggiustamenti artificiali dei prezzi;

– È facile interpretare male i grafici se non si capisce la logica di rollover e di aggiustamento usata.


Vuoi scoprire come determiniamo il nostro bias per il trading intraday e per le posizioni a lungo termine? Scoprilo ora il nostro corso completo “L’arsenale del Trader“!


L’importanza dei gap di rollover nel trading dei futures

I gap di prezzo che si formano durante il rollover dei contratti futures possono rappresentare opportunità di trading interessanti. Alcuni trader cercano di sfruttare questi gap attraverso strategie specifiche, come il “rollover gap trade“. 

L’idea di base è che il gap venutosi a creare con il passaggio al nuovo contratto possa essere colmato nei giorni successivi, offrendo un’opportunità di profitto. Ad esempio, se al momento del rollover si forma un gap rialzista, un trader potrebbe vendere allo scoperto il nuovo contratto scommettendo su un ritracciamento che vada a chiudere il gap.

Tuttavia, queste strategie comportano dei rischi e richiedono un’attenta analisi del mercato. Non funzionano su tutti i mercati e devono essere backtestate. Non sempre i gap vengono chiusi ed i prezzi potrebbero invece continuare a muoversi nella direzione del gap, in maniera molto simile a quanto accade con i single print che abbiamo visto in questo precedente articolo. Inoltre, i gap di rollover sono influenzati da fattori come il costo di carry e le differenze di liquidità tra i contratti, che vanno tenuti in considerazione.

In sintesi, i gap di rollover sono un elemento importante da monitorare per chi fa trading di futures, in quanto possono segnalare cambiamenti nelle dinamiche di mercato e nei flussi di denaro tra i vari contratti. Che si intenda sfruttarli attivamente o meno, è bene tenere d’occhio questi gap e cercare di capirne le cause e le possibili implicazioni. Per questa ragione, specialmente per chi pratica trading intraday, mi sentirei di consigliare di seguire grafici continui non backadjustati, specialmente sulle TPO chart. Nella determinazione del bias giornaliero, il gap del rollover dovrebbe essere annotato accuratamente, così come i single print, le tail di eccesso ed i poor low/high. 


In conclusione – quale grafico scegliere?

– Valuta se hai bisogno di una visione storica di lungo periodo o se ti interessano di più i prezzi reali; 

– Usa i grafici back-adjusted per analisi di lungo periodo e per testare sistemi di trading che non necessistano di tenere in considerazione il gap; 

– Usa i grafici non-adjusted se vuoi vedere i livelli reali di scambio nel passato e sul TPO;  

– Informati su come la tua piattaforma gestisce i rollover e gli aggiustamenti;

– Considera di usare entrambi i tipi di grafico per scopi diversi.

Ad esempio, se stai sviluppando un sistema di trading automatico sui futures, o analizzando le VWAP a lungo termine, probabilmente vorrai usare grafici backadjusted per avere una serie storica continua su cui testare le tue strategie. Al contrario, se stai analizzando i volumi di trading intorno ai gap di rollover, ti servirà un grafico non-adjusted che mostri i reali livelli di prezzo.


TLDR

Il grafico a contratti continui backadjusted è uno strumento utile, ma dotato di pro e contro. Capire bene il rollover e l’aggiustamento dei prezzi è fondamentale per usarlo in modo efficace. 

Il tipo di grafico giusto dipende dal tuo stile di trading e dai tuoi obiettivi di analisi. Usare una combinazione di grafici diversi può darti un quadro più completo.

Ricorda che i futures sono strumenti complessi e rischiosi, che richiedono una buona conoscenza dei meccanismi di mercato. Prima di fare trading con i futures, assicurati di aver compreso appieno come funzionano i contratti, il rollover e le diverse rappresentazioni grafiche.

Se questo articolo ti è piaciuto, potresti trovare interessanti anche i seguenti post:


Sei interessato ad usare VolSys o VolBook di VolumetricaTrading? Usa questo coupon per ricevere un 10% di sconto al momento dell’acquisto: FRL10DS

Flavio "L4z0r" F.

Flavio "L4z0r" F.

Full-time Trader; SaviusLLC blogger. Twitter profile: https://twitter.com/L4z0r

One Comment

Leave a Reply